MAGNODETOX


AROMALECI3


AROMATOP


INFLAMMAROMA

Inglese Francese Italiano


MALATTIA DI LYME

La “Borreliosi di Lyme” o “Lyme disease” è così denominata da Steeve, nel 1976, a Lyme, nel Connecticut.

Secondo il Garnier-Delamare, si tratta di “un’artrite recidivante che colpisce le grosse articolazioni, preceduta da un eritema cronico migratorio”. Nei  malati colpiti da tale patologia possiamo osservare dei disturbi nervosi e/o cardiaci; si parlerà allora di sindrome di BANNWARTH o meningoradicolite  per i primi e di disturbi della conduzione atrio-ventricolare per i secondi.
Sarebbe causata da un batterio a forma di spirale o “spirocheta” chiamato “Borrelia burdorferi” in omaggio a Burgdorfer, che la scoprì nel 1983. Questo batterio proverrebbe dai daini, infestati da  diversi parassiti tra cui le zecche, che la trasmetterebbero all’uomo.

Il quadro clinico della malattia di Lyme è impressionante; può essere accompagnata da diverse manifestazioni: iperattività, dolori cronici, autismo, epilessia, schizofrenia, emicranie croniche, disturbi dell’apprendimento, fibromialgia, anoressia, depressione, stanchezza cronica, sarcoidosi, disturbi del ritmo cardiaco, malattia di Charcot (SLA), Alzheimer, Sclerosi a Placche ecc.

Di fronte ad un tale accumulo di sintomi, non si può fare a meno di pensare ad un attacco immunitario!

La cura della Borreliosi di Lyme si baserà sulla “confessione“ di Pasteur sul suo letto di morte: “E’ Claude (Bernard) ad avere ragione; il microbo non è niente, il terreno è tutto!” Che questo “Microbo” si chiami virus, tricomonas, leptospirosi, chlamidia pneumoniae, HHV-6, streptococco o altro, non cambia i fatti. Uno degli ultimi della serie, la Borrelia burgdorferi sarebbe una sorta di “passe-partout” che permette la penetrazione degli altri germi! Dato che non  possiamo distruggere gli agenti “patogeni”, che si suppone siano all’origine di tutti i nostri mali poiché è grazie a loro che possiamo vivere, la cura che proponiamo è basata su due elementi essenziali:

La disintossicazione dell’organismo
Il miglioramento delle funzioni immunitarie (il “terreno”).

A) La disintossicazione

Ne parliamo da più di quarant’anni: fortunatamente in Francia questo concetto si sviluppa malgrado la mancanza di seri professionisti ed il loro desiderio di guadagno.

La disintossicazione riguarda la maggioranza della popolazione, vittima di vaccinazioni, dei metalli dentari, di numerose e varie intossicazioni da metalli, del trattamento delle acque urbane, dei metalli e degli inquinanti adoperati nelle cucine (imballaggi d’alluminio, pentole fabbricate con lo stesso metallo, attrezzi da cucina ricoperti di Teflon, abbandonato negli Stati Uniti!)
A parte l’oro e il platino, i metalli dentari generalmente sono tossici; soprattutto il mercurio delle amalgame, maggiore inquinante a causa della sua capacità di combinarsi con molte altre sostanze, tra cui tutti gli altri metalli come lo stagno e l’argento contenuti nelle amalgame, ma anche al cromo, al nikel ed al cobalto, sovente utilizzati nelle protesi dentarie fisse o mobili.
Visti i rischi per la salute, a volte grandissimi, molti paesi hanno abbandonato le amalgame da molto tempo; questi sono: la Svezia, la Norvegia, la Russia, il Giappone... In alcuni di questi paesi il nikel, il cromo ed il cobalto sono proibiti in odontoiatria.

Le protesi dentarie cinesi (il 30% delle corone e dei ponti applicati in Francia) sono fatte in una ceramica che sprigiona piombo e sono costruite su basi metalliche tossiche (nikel e cromo!)
Quanto ai vaccini, ecco qual è la loro composizione secondo le ultime ricerche fatte: sostanze antigelo (tipo Glycol o Fenoxietanolo), formaldeide, sali di mercurio, alluminio, glicerina, piombo, cadmio, solfati, acetone, proteine del lievito, neomicina, streptomicina, reni di cane e di scimmia, siero di vacca, sangue di cavallo, maiale e montone, squalene, tessuti fetali, cuore di bue, cervello di coniglio, tessuti di porcellini d’India, virus animali, OGM ...

Le intossicazioni devono prima di tutto essere oggettivate mediante  i dosaggi di alcuni metalli nelle feci, nella saliva e nei capelli. Abbiamo abbandonato il dosaggio nel sangue e nell’urina da molti anni dopo aver constatato la loro inaffidabilità.

Sarà praticato un trattamento con l’aiuto di diverse sostanze naturali (escludendo rigorosamente la chimica: DMPS, DMSA, EDTA) e sarà controllato con gli stessi dosaggi di cui sopra. In effetti è del tutto inconcepibile avvelenare ancora di più un organismo già intossicato con la somministrazione delle sostanze chimiche elencate.

B) Il miglioramento delle funzioni del terreno

Innanzi tutto l’alimentazione che deve essere equilibrata e adatta a ciascun caso, soprattutto in presenza di patologia. In generale bisognerà seguire le seguenti proporzioni: 60% di frutta e verdura, preferibilmente cruda e biologia, 20% di proteine e 20% di glucidi.

L’immunità è più efficace nel suo ruolo di difesa dell’organismo:

se si evitano il tabacco, l’alcol (solo un bicchiere di buon rosso, per pasto) e gli alimenti industriali con tutti i loro additivi (esclusi i biologici).

Se si tiene in considerazione l’acidità del terreno ( test delle urine dopo i tre pasti) e la si regola con l’alimentazione, per ottenere il valore 7.

Se si evitano tutti gli eccitanti nervosi che sono il caffè, il tè e la noce di cola.

Se si riducono o si evitano il glutine del pane e la caseina, contenuta in tutti i tipi di latte.

Se si insiste con alimenti contenenti zolfo naturale come tutti i tipi di cavolo (cavolfiore, cavolo rapa, broccoli ...) come anche la cipolla, l’aglio e lo scalogno.

Se si favoriscono gli alimenti che contengano fosforo, componente della mielina e del midollo spinale: nocciola, riso integrale, carciofo, spinacio, sedano, uva, pera, lattuga, fagiolino, dattero, ciliegia ...

Se non si dimenticano i grassi polinsaturi contenuti nell’olio di girasole, di noce, di semi d’uva, di nocciola ...

Se si pensa allo iodio, contenuto nei pesci magri e nei frutti di mare, per il suo contributo alla difesa dell’organismo contro i batteri.

Se si permette al magnesio di partecipare alla protezione dell’organismo, alla sua purificazione e al suo dinamismo, anche sul piano morale; lo si trova nei cereali, nelle verdure, nelle mandorle, nelle nocciole, nelle arachidi, nei datteri ...

Se si consumano degli Omega 3 direttamente assimilabili, cioè EPA e DHA contenuti in alcuni pesci grassi non contaminati dai metalli pesanti, come nel caso di tutti quelli pescati nel Pacifico. Ricercare la definizione “garantito senza metalli pesanti” sugli imballaggi e rifiutare tutti quelli che non ce l’anno! Occorre sapere che in alcune piante si trovano gli Omega 3 sotto forma di pre-Omega 3 (ALA) che hanno bisogno di essere trasformate in EPA e DHA per essere assimilati. Ora, questa trasformazione è pressoché impossibile in presenza di metalli pesanti!

Se si sanno affrontare le cose con positività per riuscire a vederne il loro lato buono (e ce ne sono sempre!)

Se si può fare del moto (bicicletta, jogging, marcia) per respirare profondamente e all’aperto. Bisognerà anche prendere il sole con moderazione.

Per curare la borreliosi di Lyme, ci sono vari metodi. Certi, dimenticando Ippocrate, Galieno e Pasteur sul suo letto di morte, non prendono in considerazione che gli antibiotici, i medicamenti  antiparassitari, antimicotici o anche antivirali! Una volta passato il loro effetto probabilmente benefico, ma sicuramente superinquinante, c’è la possibilità che i sintomi ritornino, le stesse cause produrranno gli stessi effetti (poiché i germi  non possono essere tutti eliminati dall’organismo).
I naturoterapeuti come noi  agiscono esclusivamente sulle cause: inquinamenti metallici e altri, diminuzione dell’efficacia delle difese immunitarie.
Le loro azioni seguono le direttive di Ipprocrate; di cui la prima è: “Primum non nocere” .
Si avvarranno di dosaggi realizzati scientificamente  su supporti affidabili come le feci, la saliva e i capelli.

Se devono rimuovere le amalgame ed altri metalli dentari, lo faranno a regola d’arte, in modo tale da non contaminare il paziente né l’operatore, come è insegnato solo in Svezia, e per tutta l’Europa. Io ho già curato molti colleghi dentisti che soffrono di gravi malattie come la sclerosi a placche a causa di una rimozione non controllata delle amalgame!.
Per pulire l’organismo dalle sostanze tossiche si potrà ricorrere a prodotti naturali come gli Oli Essenziali e far realizzare dei controlli oggettivi e scientifici sull’efficacia delle cure.

Per aumentare l’efficacia immunitaria, i naturoterapeuti applicheranno i seguenti grandi principi: alimentazione equilibrata, dispendio muscolare adatto, esercizi respiratori, regolazione del ritmo sonno/veglia, apprendimento delle tecniche di rilassamento, pratica della visualizzazione positiva.

La malattia di Lyme così non sarà che un brutto ricordo, tuttavia con un aspetto positivo: la benefica consapevolezza della globalità dell’essere umano, la sola cosa capace di portare la felicità e la salute per il resto della vita!.




Bernard Montain