AROMACOEUR


AROMALECI3


BZ SUPPLEMENT


MB ADAPT

Inglese Francese Italiano


CARDIO VASCOLARE

Introduzione

Ci occupiamo qui delle patologie acquisite degli apparati cardiaco e vascolare, ecluse le numerose patologie congenite (o"genetiche"): INSUFFICIENZA CARDIACA, CARDIOMIOPATIA E MALATTIE VASCOLARI PERIFERICHE.

INSUFFICIENZA CARDIACA

E' molto frequente in soggetti di oltre 65 anni e la sua crescita aumenta in modo esponenziale, e diventa quasi la regola, nei  pazienti ospedalizzati "lungo degenti"!

Può interessare il cuore destro o il cuore sinistro. Risponde molto bene alle terapie che indicheremo più avanti, tanto nelle persone anziane che nei soggetti giovani!

Nei soggetti anziani, il 75% delle IC sono accompagnate da una ipertensione arteriosa (ITA), che rallenta l'eiezione del sangue e da una malattia coronarica che comporta un'insufficienza del muscolo cardiaco.

Le manifestazioni dell'IC sono:

LA  CARDIOMIOPATIA

Corrisponde ad un danno  diffuso della muscolatura cardiaca. Si distinguono classicamente 3 tipi di disfunzione della parte muscolare del cuore:

LE MALATTIE CARDIACHE PERIFERICHE

Esistono due sistemi di piccoli vasi: uno superficiale, che irriga la pelle e i suoi strati più profondi, l'altro, profondo, che alimenta i muscoli dello scheletro. Col tempo, le difficoltà circolatorie aumentano e finiscono per disturbare l'esistenza.

In questa categoria di patologie si distinguono i disturbi arteriosi e le malattie venose.

I disturbi arteriosi :

Comprendono

Sindrome dei piccoli vasi

Si manifesta con una diminuzione dell'apporto sanguigno in una zona cutanea limitata oppure con una zona bluastra (cianosi) o anche  necrotizzata su un piede o su una mano normalmente irrigati.

Aterosclerosi periferica

E’ definita da Garnier e Delamare come una “varietà della sclerosi arteriale caratterizzata dall’accumulo di lipidi amorfi nella tunica interna del vaso (“ateroma”)”. Si sviluppa con placche aterosclerotiche.

La malattia di Reynaud

Si manifesta soprattutto col freddo, con una contrattura dei vasi sanguigni che provocano un pallore o una cianosi dei tegumenti, di carattere passeggero.

Disturbi venosi

Si manifestano con trombosi, insufficienza venosa cronica, varici e trombopenia superficiale.

Trombosi venose

Sono caratterizzate da un'obliterazione ("trombo") di una vena profonda.

Insufficienza venosa

Sopraggiunge dopo una trombosi e distrugge le valvole venose e la chiusura delle vene interessate.

Le varici sono caratterizzate da vene superficiali, sinuose, dal calibro aumentato, con valvole divenute inefficaci.

La trombopenia superficiale compare in soggetti sofferenti di varici ed è all'origine di coaguli che causano trombosi ed infiammazione superficiale.




Bernard Montain